Gli atleti

Pietro Mariucci

Pietro Mariucci lo possiamo definire un saltuario atleta casalingo. Pietro MariucciSoprattutto casalingo, dato che da quando si è sposato, il tempo che dedica alla MTB si è talmente assottigliato da potersi definire impalpabile. Il Casper delle ruote grasse, è il fratello di Luca Mariucci, ma dai risultati ottenuti viene il dubbio che i genitori Francesco e Betta abbiamo deciso di fare una selezione dei geni tra i due figli... dando quelli "difettosi" al primogenito, Pietro. Infatti se Luca è ormai da anni che è il capitano incontrastato del gruppo, Pietro non solo partecipa a poche gare ed i suoi piazzamenti sono "leggermente" meno edificanti, ma si aggiungono tutta una serie di inconvenienti tecnici, cadute, disavventure stile Willy il coyote che pregiudicano le prestazioni. Grande animatore del gruppo, essenziale nelle 24 ore e nelle vacanze in bici di qualche giorno, è il bersaglio preferito dei scherzi più feroci e non li accoglie tutti con lo spirito giusto, diventando spesso una indomabile iena ferita. Ha dichiarato il 2011 come l'anno della sua ripresa ferrea degli allenamenti e della linea, perduta negli anfratti della vita casalinga...... Obiettivo dichiarato: Simonetti Luigi. Staremo a vedere!

  

 

Tommaso Salvatori

Tommaso, per tutti "Tommy" è l'atleta forse più "puro" del gruppo, dal punto di vista prettamente sportivo.Tommaso Salvatori Grande amante delle bellezze naturali (nel tempo libero si dedica all'alpinismo e alla speleologia), ha praticato per molti anni motocross e.... SI VEDE!!! In discesa non conosce freni e va come una valanga!!! Se magari pensate di andare giù forte, ma vedete un biker, con un piccolo codino, che vi sorpassa al doppio della vostra velocità... è probabile che sia Tommy. Tecnica sopraffina, è anche un ottimo scalatore dato il fisico leggero ma nerboluto. Quindi, come avrete intuito, è una dura gatta da pelare. Vero biker, non ama le strade asfaltate, ma preferisce boschi e sentieri di montagna, tant'è che, pur essendo uno dei primi del gruppo ad iniziare questo sport, si allena solo ed esclusivamente su MTB, non disdegnando al più qualche gara di ciclocross. E' stato anche grazie al suo spirito di squadra se gli Sbuzzapapere sono riusciti a vincere i 2 trofei nella 24ore della val d'Orcia, dato che ha partecipato pur avendo un impegno che lo costingeva a ripartire la domenica mattina.... Diciamo che metà del trofeo è suo di diritto!!!